La vita in due – Nicholas Sparks

Questo libro è valutato da me:

Direi che ormai l’ho già detto molte volte, ma ripeterlo non fa mai male: sono un po’ di parte quando parlo di Nicholas Sparks, è in assoluto il mio autore preferito del genere!
Dopo aver parlato del suo ultimo romanzo “Ogni respiro” con Tru e Hope e la loro bellissima storia d’amore, oggi parliamo del suo penultimo libro: “La vita in due“. In originale “Two by two“, esce nel 2016, edito sempre da Sperling&Kupfer, tradotto da Alessandra Petrelli.
Il protagonista è Russell, un uomo di 34 anni che agli occhi di molti conduce una vita perfetta: ha una bella moglie, una bimba adorabile di nome London, una bella casa ed un lavoro ben avviato. Tuttavia nell’arco di pochissimo tempo, Russell perde parte di queste cose: la moglie, che lo lascia, e il lavoro. Quindi ora abbiamo un uomo di 34 anni con una figlia adorabile ed una bella casa solamente, deve reinventarsi tutta la sua realtà e mettere ordine nella sua vita. Spaventato e terrorizzato dall’idea, Russ non molla, migliora il suo rapporto con London, con il quale prima passava molto meno tempo per via del lavoro e trova la forza di affrontare la fine del suo matrimonio. Troverà perciò la sua forza nell’essere un padre affidabile e presente, capace di capire le esigenze della sua piccola in un momento così delicato come un divorzio, perché alla fine è questo il mestiere più difficile del mondo. Successivamente scoprirà di poter amare ancora, in un modo tutto nuovo e incondizionato e questo lo aiuterà a rimettersi in gioco anche sul campo sentimentale.

Anche se lo stile di Sparks non vi convince o non vi piace, penso che la lettura di “La vita in due” possa essere fatta comunque. Qui il fulcro del romanzo non è una storia d’amore, che è lo stesso presente, ma più marginalmente. Il vertice di tutto è l’amore verso un figlio. Ho amato questo risvolto diverso rispetto al solito, perché spesso non pensiamo che “amore” non è quel sentimento che si prova solo per un partner, ma è anche quello per un figlio, in questo caso London. Estremamente attuale la storia: un uomo single, con un divorzio alle spalle ed una bambina ancora tutta da crescere, con tutte le difficoltà del caso ben descritte all’interno del libro e non vengono nascoste per niente, probabilmente sarà un po’ autobiografico in quanto Sparks nello stesso anno di uscita divorziò dalla moglie. Non mi è capitato di leggere molti romanzi dove il sentimento protagonista fosse questo ed è inutile dire quanto mi sia piaciuto questo approccio differente all’amore tipico che sono abituata a leggere. L’amore di Russ verso London, la devozione con il quale gli si dedica, l’ascolta cercando di dare il meglio di se stesso come genitore. Tutti meriteremmo un padre del genere e, a chi è mancato un po’ l’amore paterno, ma anche a tutti gli altri, vi scalderà il cuore questo racconto, ve lo posso assicurare. Ovviamente, più marginale, c’è anche l’amore profondo e tipico di Sparks, quello è un suo marchio di fabbrica irrinunciabile, quindi questa lettura non potete proprio farvela scappare!

 

Dello stesso autore: “Ogni respiro” – Nicholas Sparks

Articoli correlati: “La mappa che mi porta a te” – J. P. Monninger

Se ti è piaciuto, condividi con i tuoi amici!

Dì subito la tua! :)