La verità di Grace (2020)

La verità di Grace“, diretto da Tyler Perry, esce nel 2020 sulla piattaforma Netflix. Un nuoto thriller marcato tutto Netflix ed è inutile dire quanto risultasse interessante anche solo dal trailer. Colmo di tensione e sorprese! Ma vediamo prima la trama!

Grace è una donna che, dopo aver divorziato, viene sopraffatta dalle sue fragilità e dalla malinconia di poter ritrovarsi sola per sempre. Proprio quando sembra aver perso ogni speranza di potersi innamorare ancora, conosce un affascinante e misterioso uomo. Quest’ultimo è giovane e carismatico e conquista subito il suo cuore, con piccoli e semplici gesti. I due si sposano, tuttavia la ritrovata serenità di Grace è destinata a finire ben presto. L’uomo si rivela meschino, capace di approfittare della sua vita intera, lavoro, casa, tutto. Grace, distrutta, aggredisce il marito e ne confessa l’omicidio, ma il corpo non viene mai ritrovato. Jasmine Bryant, che ricopre il ruolo di avvocato difensore in questo primo incarico, non è pienamente convinta della sua colpevolezza. La donna seguirà qualsiasi pista pur di scoprire la verità su questo caso.

Da brava appassionata di thriller, non solo quando si tratta di libri quindi, non potevo farmi sfuggire questa chicca. Visto appena uscito, fresco fresco di caricamento, non poteva piacermi di più. Il film ha un bel ritmo, è incalzante, è un continuo crescere di tensione, tiene ben saldo l’interesse per tutta la sua intera durata. Da un thriller non ci si dovrebbe aspettare niente di meno, ma sappiamo che non è scontato d’altronde. Insomma, non delude per niente le aspettative.
Inoltre, se per tutta la durata si può avere il pensiero che possa essere una storia scontata e già vista, il finale ha un sapore del tutto sorprendente e, oserei dire, sconvolgente! Io non ho pensato neanche per un attimo che fosse scontato, ma il mio fidanzato sì, per quello ve lo dico, ogni percezione può essere diversa. In ogni caso, qualsiasi congettura, qualsiasi possibile risoluzione vi venga in mente, il film vi stupirà totalmente, lasciandovi letteralmente esterrefatti!
L’unica cosa che non mi ha fatto impazzire, ma si tratta pur sempre di una piccolezza, ho trovato un po’ scontato il personaggio dell’avvocato protagonista che si impegna nella risoluzione del caso. Essendo centrale alla storia, ho pensato fosse inconsistente e poco d’impatto. Come vi ho detto, rimane comunque una piccolezza essendo incentrato sulla storia di Grace, non è un elemento disturbante, ecco.
Quindi, vi consiglio di guardarlo quanto prima, fidatevi, non ve ne pentirete!

Se ti è piaciuto, condividi con i tuoi amici!

Dì subito la tua! :)