Per l’acquisto del libro, ebook o cartaceo, clicca qui!

Parliamo di quattro sorelle squinternate oggi. Ebbene sì, mi riferisco alle uniche e inimitabili sorelle Graziati che prendono vita nel romanzo di Barbara Scotto, “Nella vita e in amore… Tutto può succedere!“. La prima edizione è uscita nel 2008, ma quest’anno l’autrice ha deciso di dargli una nuova veste e una nuova vita, pubblicandolo, questa volte, in self-publishing su Amazon.

Regina, votata al lavoro; Angelica, devota al fidanzato, poi Beky, dedita agli eccessi e infine Jenny, fedele alle favole. Ecco le quattro sorelle Graziati… e poi c’è Marco, l’unico fratello. Quattro ragazze che il destino, burlone, ha messo a vivere sotto lo stesso tetto, dotandole dello stesso padre e della stessa madre, ma che, a parte questo, sembrano non avere nulla da condividere. Forse però quando entrano in gioco le avversità della vita, quando entra in scena l’amore, quello vero, e quando c’è da rimettere in discussione la propria esistenza, anche le persone apparentemente più diverse possono scoprirsi simili, possono unirsi e quattro sorelle possono diventare alleate.
Dialoghi guizzanti, scene brillanti e personaggi ai quali non ci si può non affezionare, accompagnano il lettore, con intelligente ironia, lungo l’evoluzione delle “Graziati” e di tutti i fortunati, o sfortunati, che orbitano nel loro mondo.

Partiamo dalla super copertina che è così bella da essere quasi da collezione. E sapete quanto io ami le belle copertine! Questa mi ha proprio molto colpita, fa la sua bellissima figura e si distingue già da tanti altri romanzi auto-pubblicati.
Queste quattro sorelle mi sono proprio entrate nel cuore. Di questa storia ho amato davvero moltissimo la veridicità di queste ragazze. Quanto fossero reali, quanto potrebbero essere una qualsiasi di noi o una qualsiasi nostra amica, sorella, cugina, vicina di casa.
Le loro disavventure mi hanno tenuto una grande compagnia, mi hanno fatta ridere, commuovere. Sono entrata in totale empatia con loro che, alla fine del romanzo, mi sono chiesta: e ora? Che faccio senza quelle quattro matte?
La caratterizzazione di questi personaggi, quindi, è stata davvero molto azzeccata.
La storia è narrata in terza persona e vediamo, man mano, il punto di vista di tutte loro, con una tantum per qualche altro personaggio. In questo modo abbiamo la possibilità di conoscere loro molto a fondo, scoprendo i loro pensieri e le loro complete stramberie.
Questo romanzo non è uno di quei soliti che ti fanno sognare ad occhi aperti. E’ reale, lo è dannatamente. Potrebbe essere la storia di tutti o di nessuno, quella narrata. E’ vita vera, vissuta in modo intenso, con tutte le sue fottute difficoltà, complicazioni e problematiche.
Forse è questo che ti avvicina così tanto alla storia. Che ti fa sentire come se le sorelle Graziati fossero le tue amiche.
L’autrice, alla fine, scrive che sentiremo ancora parlare di loro e io che vi devo dire?
Sono già in attesa di acquistare il secondo, ma potrei tranquillamente leggerne un terzo o un quarto, se i presupposti continuassero ad essere questi.


0 commenti

Dì subito la tua! :)

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai SUBITO in regalo TRE E-BOOK ESCLUSIVI!
- Come scrivere un libro, da dove partire
- Promuovere un libro: tips e consigli PRATICI per iniziare
- Libri e telefilm che non puoi ASSOLUTAMENTE perdere

OGNI SETTIMANA una mail a te dedicata, che tu sia un lettore o un autore.
Potremo chiacchierare e parlare via mail,
scambiarci pareri, informazioni e molto altro!

Potrai disiscriverti in ogni momento, in totale autonomia.

.