«Forse volevo soffrire perché sentivo di meritarlo. Ma non era un destino ineluttabile.»

Deacon è bellissimo, affascinante, un uomo in grado di far perdere la testa ad una donna. Il che accade molto spesso, perché nel suo appartamento le nottate sono piuttosto… rumorose. E Carys, che con lui condivide un muro sottilissimo, riesce a sentire bene quei suoni difficilmente fraintendibili, che lasciano davvero molto poco all’immaginazione. Anzi, stuzzicano la sua fantasia e la fanno volare verso mete che lei proprio non può permettersi.

Una conversazione a dir poco imbarazzante sul pianerottolo, un caffè come offerta di pace, un sorriso che lascia intravedere un animo gentile sotto la parvenza da eterno play-boy. Sono questi gli ingredienti di un amore folle, o forse soltanto di un’amicizia che non sfocerà mai in qualcosa di più.

Eppure… Quel sorriso resta impresso nella mente, l’elettricità derivante da un semplice sfioramento li fa tremare. La voglia di vedersi, di far parte l’uno della vita dell’altra, aumenta a dismisura finché nascondersi dietro un’amicizia di facciata diventa impossibile.

Ma Deacon non può innamorarsi di lei, per troppi motivi che sembrano ottime ragioni. Si sente legato a quella donna in modo profondo, per via di un passato che ha molto in comune con il suo; quel sogno spezzato troppo presto, l’impossibilità di sopperire al dolore, l’impotenza di fronte a un destino crudele che gli ha tolto tutto. E i sensi di colpa che divorano l’anima senza sosta, perché raccontarsi che ora sta bene è solo un sovversivo per riuscire ad andare avanti, annaspando alla ricerca di un compromesso; ma a se stesso non può mentire, Deacon non ha mai davvero esorcizzato i suoi demoni e superato quel fatidico giorno di più di dieci anni fa. È proprio l’incontro con Carys a fargli desiderare di smettere di scappare.

Carys è una donna meravigliosa, fuori e dentro; è più forte di quel che immagina, a tratti insicura, decisamente combattuta di fronte all’attrazione esagerata e sconsiderata che prova per il suo vicino. Ma lei ha una vita che non si concilia con quella di lui, delle responsabilità che non può pretendere lui voglia condividere, una figlia piccola da accudire e amare sopra ogni cosa. Ma la bambina, di dubbi non ne ha, e instaura un rapporto speciale con Deacon. Speciale quanto lo è lei.

L’autrice ha un talento naturale di intrecciare semplicità, leggerezza e profondità. In questo romanzo ci narra con abilità una storia senza particolari colpi di scena, ma con tanti imprevisti e inaspettate svolte, un po’ come lo è la vita stessa. È questo che mi ha colpito maggiormente, il racconto realistico, i dettagli verosimili che ci aiutano a immergerci nelle pagine e farle nostre; passione, dolore, forza, coraggio, determinazione. Sono solo alcuni dei fattori di un’equazione che non sarà facile risolvere. Perché, a volte, la vita ci pone di fronte a scelte che dobbiamo fare, anche allorquando il cuore ci indica una strada diversa, e alcune priorità – come un figlio o la riscoperta di se stessi – non possono essere ignorate o aggirate.

            «Non si poteva mai essere liberi se prima non si perdonava se stessi.»

Non c’è verità più grande, e i nostri protagonisti lo impareranno lungo il viaggio, scopriranno che è impossibile raggiungere la meta se prima non liberano la propria strada dagli ostacoli e dagli ingombri del passato, freni ben oliati che ad ogni passo li limiteranno e li condizioneranno.

Ci vuole tempo e forza d’animo per disfarsi dei traumi e per lasciare davvero che le ferite cicatrizzino; il più delle volte, siamo noi i primi a tenere quelle ferite aperte, nutrendoci del dolore che ci provocano, convincendoci che non meritiamo la felicità; le lasciamo sanguinare, come promemoria di quanto non siamo degni, del perché non saremmo mai all’altezza. E prima di far entrare un’altra persona nel nostro mondo in frantumi, abbiamo il dovere di renderlo un posto sicuro. È per questo che l’amore non basta, ma può essere decisamente un’inesauribile fonte di coraggio e un meraviglioso punto d’arrivo, per cui vale la pena lottare con tutte le forze.


0 commenti

Dì subito la tua! :)

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai SUBITO in regalo TRE E-BOOK ESCLUSIVI!
- Come scrivere un libro, da dove partire
- Promuovere un libro: tips e consigli PRATICI per iniziare
- Libri e telefilm che non puoi ASSOLUTAMENTE perdere

OGNI SETTIMANA una mail a te dedicata, che tu sia un lettore o un autore.
Potremo chiacchierare e parlare via mail,
scambiarci pareri, informazioni e molto altro!

Potrai disiscriverti in ogni momento, in totale autonomia.

.