Per l’acquisto del libro, ebook o cartaceo, clicca qui.

Dopo aver letto, amato e adorato “Petali e spine“, quando ho saputo dell’uscito di un suo spin-off, non ho davvero potuto far altro che buttarmici a capofitto. E così, il 31 marzo marzo 2023 esce “Lacrime e stelle“, sempre di Naike Ror e per Always Publishing, spin-off sempre sulla famiglia Lancaster e l’eterna faida con gli York.

In “Petali e spine” abbiamo assistito alla storia di Jaxon York e di Scarlett. Abbiamo toccato solo appena la vita di Archie Lancaster, fratello di Scarlett, e di Trixie Montgomery, assistente fedele e migliore amica di Jaxon. Seppur solo come personaggi secondari, era già lì apparso palese quanto in realtà fossero interessanti e non potrei che essere felice di questo bellissimo approfondimento, in un romanzo tutto dedicato a loro.

Trixie è ora l’assistente di Jaxon, ma in realtà si è gettata alle spalle un passato complicato, fatto di brutte dipendenze che proprio il suo capo le ha dato in fondo la possibilità di redimersi. Grazie a Jaxon e alle Lancaster Industries si è conquistata una vita privilegiata, ma non sempre tutto va come dovrebbe e qui Archie Lancaster ci cova.

Archie è un uomo rancoroso, con un nome pesante che pesa da sempre sulle sue spalle, che lo ha reso dispotico e, come lo definisce Trix, un vero e proprio bastardo. Peccato che quel bastardo abbia la capacità di annullare tutte le sue difese e attirarla a se come una calamita. I due sono legati indissolubilmente da una passione travolgente e feroce, alla cui base vi è un sentimento vero e che nessuno dei due riesce a nascondere.

Ma non è l’unica cosa che c’è tra loro, perché se è pur vero che non riescono a nascondere i loro sentimenti, ci sono invece dei segreti che aleggiano costantemente sulle loro teste che nel corso degli anni sono riusciti a rimanere tali, ma che ora diventano sempre più ingombranti.
La loro storia è così: un continuo lasciarsi per ritrovarsi, poiché in fondo nessuno dei due può fare a meno dell’altro, ma il loro amore, il loro sentimento, è davvero pronto a tutto? Anche ai loro segreti?

Non capita spesso, ma quando capita, va detto: a volte i secondi superano i primi. “Petali e spine” mi era piaciuto davvero molto, ma sinceramente quello che ho provato leggendo il suo spin-off “Lacrime e stelle”, non ha eguali. Non so perché, ma la storia di Archie e Trixie l’ho sentita sotto ogni punto di vista.
Si avverta la sofferenza, l’amore, quello che non può sbocciare per davvero mostrando tutta la sua bellezza al mondo. L’ombra di un passato difficile dal quale non ci si può slegare con troppa facilità.

La vera differenza, in questo caso, la fa senz’altro il personaggio di Archie: forte, controverso, carismatico, intenso. Nulla togliere a Trixie, anche lei molto interessante, ma chiaramente il cuore viene rubato totale da lui.
Nel primo atto vediamo il loro amore nascere, con tutte le difficoltà, riprendendo un po’ anche famigliarità con la storia, essendo che i fatti narrati si svolgono, almeno in parte, in contemporanea ai fatti narrati in “Petali e spine” ed è lì che è impossibile non innamorarsi di Archie.

Il romanzo, in generale, si presenta scorrevole (tanto da leggerlo in soli due giorni, in ogni singolo ritaglio di tempo), con sempre un velo di tensione in ogni capitolo che ti spinge a voler sempre averne di più. Avete presente la famosa situazione in cui vi ritrovate all’una di notte ancora a leggere perché non riuscite a staccarvi e perché volete saperne di più, sempre di più? Ecco, un po’ è questa la sensazione che vi darà anche “Lacrime e stelle”, con conseguente aggrovigliamento di stomaco a ogni situazione che leggerete.
Insomma, è un libro da non perdersi perché la storia di Archie e Trixie, merita senza dubbio di essere letta, amata, compresa e, in fondo, anche un po’ sofferta.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *