“Furiae” di Marco Chiaravalle, uscito a ottobre 2023, è una lettura che ho iniziato con grandi aspettative, e devo dire che il libro non ha deluso affatto. Dopo aver letto “Project digito anima“, mi sono innamorata follemente della scrittura dell’autore e dei contenuti che porta al centro delle sue storie, originali e mai banali.

La storia si svolge nel paesino di montagna di Starkestal, un luogo dove la natura regna sovrana e il paesaggio montano è pervaso da una bellezza incontaminata. In questo contesto, incontriamo Rot, una giovane e appassionata abitante del luogo, che nutre un amore profondo per i boschi circostanti e per la Madre Natura.

Tuttavia, la tranquilla vita di Rot viene sconvolta dall’arrivo di una compagnia che acquista una vecchia fabbrica e inizia a danneggiare l’ambiente circostante. Questo evento riaccende il dolore di Rot per la perdita del nonno, colui che le ha trasmesso l’importanza del rispetto per la natura e per l’ecosistema.

Le preoccupazioni di Rot si intensificano ulteriormente quando iniziano a manifestarsi strani sogni e visioni, che la catapultano in un mondo sconosciuto e terrificante. Nonostante la paura, queste visioni le aprono gli occhi su una comprensione più profonda della natura delle cose e delle persone che la circondano. Questa esperienza straordinaria la costringerà a fare scelte cruciali nella sua vita, mettendo alla prova il suo coraggio e la sua determinazione. Il mistero dietro l’identità di Rot Jägerin sarà la chiave per svelare il destino che l’attende.

Sebbene l’inizio del libro possa apparire più lento, si scopre passo passo di quanto sia in realtà importante per introdurci nel mondo di Rot e per farci conoscere a fondo i personaggi che lo popolano. Questa fase iniziale prepara il terreno per gli eventi straordinari che seguono, creando una connessione più profonda con la protagonista e i suoi sentimenti.

La narrazione prende poi il volo, trasformandosi in un susseguirsi incessante di azione e avvenimenti sconvolgenti che tengono alta la tensione. Il culmine finale è stato una vera sorpresa, un colpo di genio da parte dell’autore. Non ho potuto fare a meno di rimanere a bocca aperta di fronte alla sua maestria nel legare insieme tutti i fili narrativi in modo coerente e soddisfacente.

Furiae” è un libro che ho apprezzato enormemente. La sua storia coinvolgente, i personaggi ben sviluppati e il finale mozzafiato lo rendono una lettura indimenticabile. Chiaravalle dimostra ancora una volta di essere un maestro nell’arte di creare storie coinvolgenti e ben strutturate.

Per più informazioni o acquisto del libro, puoi cliccare qui.


1 commento

Marco Chiaravalle · Gennaio 9, 2024 alle 12:25 pm

Mi ero dimenticato di ringraziarti anche qui per questa bellissima recensione. Ce ne fossero di più di lettrici come te che abbandonano la comfort zone delle grandi case editrici per buttarsi alla ricerca di perle nella piccola editoria

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *