Guida all’acquisto del tuo Kindle!

Chi mi segue su Instagram (clicca qui per accedere al profilo) saprà già che, come autoregalo di Natale, mi sono presa il mio primo Kindle! Fin’ora non avevo mai avuto un e-reader, ma un po’ per lavoro e un po’ per piacere, nel quasi 2019, dovevo adattarmi e quindi mi sono dovuta orientare un po’. Ho avuto qualche difficoltà nella scelta, ho letto molte recensioni dei clienti su Amazon e la mia scelta è ricaduta subito sull’ultimo modello: il Kindle Paperwhite versione 2018!

  • Kindle Paperwhite 2018: costo 129.99, clicca qui per l’acquisto e la scheda completa! Quello che lo fa distinguere principalmente è il suo schermo. La sua particolare illuminazione permette di leggere senza alcun riflesso, anche con la luce diretta del sole. Lo schermo non è retroilluminato come quello dei nostri più comuni smartphone o tablet, quindi anche per una lettura prolungata si presta bene senza affaticare gli occhi, ha una grandezza di 6 pollici. E’ resistente all’acqua, questo lo rende più pratico da portare davvero ovunque! Un altro suo punto di forza è l’estrema leggerezza che possiede, che lo rende un compagno di lettura più che formidabile! Ultima menzione, ma non meno importante, è la durata della batteria. Io lo utilizzo tutti i giorni, per qualche ora, e la batteria dura settimane! E’ presente sia la versione Wi-Fi che 4G.
  • Kindle: costo 69.99, clicca qui per l’acquisto e la scheda completa! Il modello base dei Kindle. Ha un schermo di 6 pollici, non ha riflessi, anche con luce diretta del sole. In questo caso è presente solo il modello Wi-Fi, non disponibile il 4G. Tuttavia, per mio consiglio personale, ormai tutti noi abbiamo uno smartphone e la possibilità di fare da Hot-Spot, per quei pochi minuti che servono per scegliere un libro o scaricarlo, direi che non è una grave mancanza. Questo, a differenza degli altri, non è resistente all’acqua, ma in compenso è più leggero di suo fratello Paperwhite.
  • Kindle Oasis: costo 249.99, clicca qui per l’acquisto e la scheda completa! Ovviamente Oasis è il top della gamma. Con uno schermo di 7 pollici, senza riflessi, anche con la luce del sole, una memoria da 8 o 32 GB, fornisce la possibilità di contenere tantissimi e-book, più di quanti una persona possa leggerne in una vita intera. Sia in versione Wi-Fi che 4G, Oasis ha uno schermo che si regola anche in base alla luce al quale è esposto, quindi regolazione automatica della luminosità. E’ resistente all’acqua, fino a 2 metri, e, a differenza degli altri due, oltre ad essere touch ha anche i pulsanti di direzione e voltapagina! E’ di qualche grammo più pesante degli altri due, ma in ogni caso non arriva neanche a 200 grammi!

In conclusione, questi tre sono i modelli proposti da Amazon come e-reader e ce n’è un po’ per tutti i gusti, dal più economico al più costoso, con svariate comodità. Sono di buona fattura, materiali ben resistenti, eleganti, tutti e tre, in questo sono davvero formidabili. Personalmente mi sto trovando benissimo e penso che, attualmente, non lo cambierei con niente. Non sono stata mai una grande fan degli e-book, ma d’altronde, come detto prima, sono costretta a stare un po’ al passo con i tempi e, per lo meno, questi modelli vengono incontro alle mie esigenze. Stiamo già molto tempo attaccati ad uno smartphone, ad una TV o ad un tablet e ridurmi ad uno schermo era l’ultima cosa che volevo. Tuttavia questi ultimi e-reader non sembrano schermi, non danno fastidio come se lo fossero, sembra di leggere davvero su un cartaceo, ma con la reattività di uno schermo normalissimo. Insomma, da reticente quale ero, ora ne sono quasi fan… ho detto quasi! La carta rimarrà sempre il mio grande amore, questi diciamo che sono solo dei buoni amanti.

Kindle: le novità di Gennaio!

Per l’iscrizione a Kindle Unlimited clicca qui, ci sono 30 giorni di prova gratuiti e si può disdire in ogni momento! Per chi non lo sapesse, Kindle Unlimited permette di avere una vastità di ebook gratuiti e altrettanti a prezzi davvero stracciati!

Ho deciso di intraprendere questa rubrica, per gli abbonati e non al servizio di Kindle Unlimited che offre giornalmente tantissimi libri gratuiti e molti altri a prezzi davvero bassissimi. Il servizio è un abbonamento mensile che permette di avere una libreria enorme sempre a nostra portata, dovunque ci troviamo! Quindi mensilmente spulcerò le maggiori novità del mese che offre questo bellissimo servizio! Per ogni libro citato vi lascerò comunque il link per l’acquisto anche senza abbonamento, nel caso vi interessasse!
Veniamo alla rubrica vera e propria, dopo queste premesse.

  1. I delitti della Rue Morgue di Edgar Allan Poe (clicca qui per l’acquisto senza abbonamento e qui con l’abbonamento).
    Parigi, Rue Morgue, fine dell’Ottocento. Sono due gli efferati omicidi perpetrati in un appartamento al quarto piano di un vecchio edificio fatiscente. L’anziana Madame L’Espanaye viene trovata nel cortile interno, orribilmente mutilata e sgozzata. Sua figlia Camille, è stata prima strangolata e quindi nascosta nel luogo più insensato di tutti: la cappa del camino. Due omicidi compiuti in un appartamento situato a un’altezza inaccessibile, sprangato dall’interno, senza il benché minimo segno d’intrusione violenta. Attorno alla sinistra scena del crimine, una ridda di testimonianze contraddittorie riguardo a grida distorte e una voce stridula che si esprime in un linguaggio ignoto.
  2. Carmina: il libro delle poesie di Gaio Valerio Catullo (clicca qui per l’acquisto senza abbonamento e qui con abbonamento).
    Tra i classici della latinità Catullo è quello che suscita più simpatia tra gli studenti. Batte lo stesso Virgilio, perché, per quel poco che se ne legge, non è troppo difficile, e parla, almeno pare, di sé, raccontando situazioni non astruse, sentimenti e rabbie condivisibili, che tutti, anche a sedici anni, abbiamo sperimentato in qualche misura. Quando invita se stesso a farsi forza, a non ricadere nella sciocca illusione, suona familiare come Leopardi. Ed è tanto breve ed espressivo, come nel distico di odi et amo, da lasciare tracce anche nella memoria del più svogliato dei liceali. Finalmente, pare, un poeta ‘normale’, che se la sua donna va a letto con un altro gli sale il sangue alla testa e, se gli muore il fratello, piange; e a Giulio Cesare dà del finocchio… Appunto. A frugare tra i versi di Catullo, spunta pure il latino che nessuna grammatica ti insegna, la lingua del sesso, le parolacce; i doppi sensi. Quel passero, per esempio…
  3. Il cielo in una stalla di Erri De Luca (clicca qui per l’acquisto senza abbonamento e qui con abbonamento).
    Brutta notizia per il sottotenente degli alpini Aldo De Luca, mio padre, di stanza in Albania: la sua casa era stata colpita dai fitti bombardamenti dell’agosto del ’43. La guerra, perduta su tutti i fronti, metteva in ognuno la speranza di uscirne senza troppa perdita personale. Per lui non era più così, il solo suo possedimento era crollato. Al sottotenente venne data licenza per casa bombardata. Partì alla fine di agosto e arrivò a Napoli a inizio di settembre. Si presentò al comando e poi al suo indirizzo in via Crispi, strada di buon nome. La rovina era grave.
  4. Super Santos di Roberto Saviano (clicca qui per l’acquisto con abbonamento, non disponibile senza).
    Quattro amici, quattro ragazzini che diventeranno uomini in una terra in cui crescere è un lusso da pagare caro. La passione per il calcio vissuta nelle strade di Gomorra, inseguendo un pallone arancio fuoco. Roberto Saviano, ispirato da una vicenda realmente accaduta, mette in scena un racconto perfetto, preciso come una punizione messa a segno, straziante come un rigore sbagliato.

Eccoci giunti alla fine. Per la scelta di queste maggiori novità mi sono regolata in base anche a quello che incuriosisce me personalmente, alle recensioni degli utenti, ai maggiori download. E’ in base a queste cose che sceglierei un libro da scaricare o comprare, quindi queste maggiori novità si basano su queste varianti.
C’è qualche titolo che vi interessa questo mese o che vi piacerebbe segnalarmi?

Per l’iscrizione a Kindle Unlimited clicca qui, ci sono 30 giorni di prova gratuiti e si può disdire in ogni momento!

50 mila pagine AWARDS

In occasione della conclusione di quest’ultimo anno, ho deciso di stilare una lista dei libri letti più belli del 2018 di ogni genere. Una sorta di 50 mila pagine AWARDS! Perdonate il parolone, ma è simpatico!

  • Per il genere thriller, sarò anche logorroica e noiosa, ma i thriller più belli letti quest’anno sono senza dubbio “Alaska” (per l’acquisto clicca qui) di Brenda Novak ed il suo seguito “Hanover House” (per l’acquisto clicca qui). Due thriller psicologici da far tremare anche i più insensibili, da inquietare i più coraggiosi! Spero che il 2019 porti presto il terzo capitolo perché sto fremendo di voglia di avere un po’ di giustizia nella storia! Per la recensione completa cliccate sul titolo.
  • Per il genere fantasy/distopico senza tentennamenti o dubbi è sicuramente “Hunger Games” (per l’acquisto dell’edizione speciale clicca qui, altrimenti qui) di Suzanne Collins. Ho adorato il personaggio di Katniss, l’ambientazione particolare ed il mondo distopico creato dall’autrice sono state davvero qualcosa di originale e degno di nota. Per la recensione completa cliccate sul titolo!
  • Per il genere storico devo nominare due titoli in particolare. Ho pensato quale dei due inserire, ma non sono proprio riuscita a scegliere e siccome due è meglio di uno, li nomino entrambi! Quindi “Il pane sotto la neve” (per l’acquisto clicca qui) di Vanessa Navicelli e “Storia di una ladra di libri” (per l’acquisto clicca qui) di Mark Zusak. Entrambi trattano periodi storici complessi come la Prima e Seconda Guerra Mondiale nel primo caso e solo la Seconda nell’ultimo. Nel primo abbiamo il punto di vista di una famiglia povera e di umili origini, le loro condizioni in Italia. Nel secondo la morte ci racconta il suo punto di vista della Guerra, tenendo come protagonista Liesel, poco più che una bambina in un periodo così ostile. Per la recensione completa cliccate sul titolo!
  • Per il genere romantico non ho alcun dubbio. La mia scoperta dell’anno, il Nicholas Sparks italiano: Diego Galdino! Ho letto i due romanzi tra loro collegati, “Il primo caffè del mattino” (per l’acquisto clicca qui) e “L’ultimo caffè della sera” (per l’acquisto clicca qui). Amati entrambi, ho amato Massimo il protagonista, con la sua dolcezza e tutto il suo amore, davvero mi ha fatto bene al cuore, mi ha fatto sognare ad occhi aperti! Per la recensione completa cliccate sul titolo!
  • Per il genere narrativa voglio assolutamente inserire “La contessa” (per l’acquisto clicca qui) di Marco Spelgatti! Davvero degno di nota come libro, l’ho letto in pochissimo tempo, mi è piaciuto davvero moltissimo, sebbene non mi fossi mai approcciata ad un libro simile, tendente un po’ all’horror/gotico. Oltre a questo, doppia nomina, inserisco “La treccia” (per l’acquisto clicca qui) di Laetitia Colombani. Un romanzo tutto al femminile, da leggere tutto d’un fiato e da amare fino all’ultima parola! Per la recensione completa cliccate sul titolo!
  • Per il genere giallo inserisco le mie due scoperte del 2018: Lucinda Riley e Joel Dicker con, rispettivamente, “La lettera d’amore” (per l’acquisto clicca qui) e “La verità sul caso Harry Quebert” (per l’acquisto clicca qui). Sebbene quello della Riley non sia considerato proprio un giallo, io non l’ho trovato affatto un romanzo rosa! Tuttavia questi due sono stati le mie scoperte, con i libri con cui li ho scoperti e amati. Per la recensione completa cliccate sul titolo.
  • Per il genere drammatico posso mica non nominare Nicholas Sparks? No, non posso, mi spiace. Sono ripetitiva sempre, come con la Novak, ma ovviamente non lo dico solo perché è il mio autore preferito, perché nessuno fa sempre libri perfetti. Tuttavia quest’anno, Sparks con “Ogni respiro” (per l’acquisto clicca qui) non può che non essere il meglio del meglio. Molto simile a “Le pagine della nostra vita“, l’ho amato dall’inizio alla fine. Un amore che il respiro lo toglie, che commuove, che fa piangere e che fa sognare. Insieme a Sparks, inserisco anche “Wonder” (per l’acquisto clicca qui) di R. J. Palacio. che ho letto quest’anno, perché mi è piaciuto moltissimo, tratta il tema del bullismo con molta raffinatezza e pacatezza, senza appesantire la lettura. Aiuta a riflettere, a capire più cose. Assolutamente promosso! Per la recensione completa cliccate sul titolo.
  • Per il genere rosa inserisco un’altra mia scoperta dell’anno come Felicia Kingsley ed il suo “Una cenerentola a Manatthan” (per l’acquisto clicca qui). Molto intricato e particolare, ma nonostante tutto non risulta mai forzato, in nessun caso. Rimane sempre divertente, ironico, romantico e pieno d’amore. La Kingsley è stata brava a realizzare una storia così complessa, in non molte pagine, riuscendo a risolvere poi ogni cosa. Davvero tra le mie scoperte dell’anno! Per la recensione completa cliccate sul titolo.

Concludo così i miei “Awards“. Sono molto felice di aver potuto inserire anche delle collaborazioni con autori emergenti che ho intrapreso in quest’ultimo anno. Ammetto che quando ho iniziato il percorso degli emergenti non avrei mai pensato di inserire dei libri nei preferiti di un anno intero! Sono così contenta di essermi ricreduta perché ho conosciuto persone fantastiche, che hanno davvero una passione da coltivare, in cui sono davvero bravi ed auguro loro di avere ancora moltissima strada da fare! Ora tocca a voi! Indicatemi le vostre letture migliori del 2018, anche solo un libro va benone. E’ un modo per conoscere nuovi libri, nuovi autori, ampliare i nostri generi ed i nostri orizzonti, che in vista di un nuovo anno, male non fa mai.

Giornata contro la violenza sulle donne | 50 mila pagine

Ho pensato tutto il giorno a cosa avrei potuto scrivere in questa giornata. Di norma mi limito al silenzio, ma avendo un sito ed un profilo Instagram un po’ seguiti, non mi sembrava il caso. Se non fa sentire la propria voce chi ha, seppur poca, visibilità, chi dovrebbe farlo?

Oggi, 25 Novembre, è la giornata contro la violenza sulle donne. Su questo argomento ormai ci sarebbero tante cose da dire, ma la maggior parte sono già state dette ampiamente su ogni social nelle giornate fra ieri ed oggi, che stare a ripetere sarebbe davvero superfluo.

Mi limito semplicemente a dire che violenza, non è intesa solo quella fisica, ma anche psicologica. Paradossalmente, proprio ieri che sono andata a fare la spesa, ho parcheggiato la macchina nel primo posto disponibile vicino all’entrata. Nell’auto in parte alla mia c’era una famiglia, l’uomo al volante, la donna sul sedile del passeggero e i due figli dietro. La loro macchina era spenta, ma loro erano dentro. L’uomo stava letteralmente urlando contro la donna, nonostante i finestrini chiusi, chiunque nel parcheggio poteva udire quelle urla, seppur indistinte. La donna aveva la testa bassa, guardava le sue ginocchia e lui che continuava ad urlarle contro chissà che cosa. Sono rimasta davvero colpita da questa vicenda, perché anche questa è violenza, non solo quella che può riportare un livido o una ferita, ma anche quella psicologica, che spesso può essere anche più invalidante di quella fisica. Io le motivazioni di quella lite chiaramente non le so, a chiunque di noi capita di discutere animatamente con la persona che amiamo, ma lo sguardo di quell’uomo andava molto lontano da una concezione di amore e rispetto, che anche durante una lite dovrebbe permanere fra due persone. Inoltre erano presenti anche i figli, al quale bisognerebbe insegnare il rispetto fin da subito. Se un ragazzo o un bambino impara che è normale urlare e inveire contro una persona, farò suo questo comportamento e lo riproporrà in età adulta: l’educazione parte dai primi anni di vita.

Insomma, questa piccola mi ha fatto riflettere perché siamo noi donne in primis a voler dire basta a queste cose, a non stare con uomini che non ci rispettano, a non portare avanti relazioni deleterie e a pretendere di essere trattate al pari di ogni uomo. Non è mai troppo tardi, eliminiamo dalla nostra vita qualsiasi forma di non rispetto, cerchiamo di relegare in un angolo remoto del mondo questi uomini che sanno farsi rispettare solo con la forza.

Per rimanere in tema del mio blog, ho così deciso di raccogliere alcuni libri che ho letto negli ultimi anni, che hanno come protagoniste delle donne forti, in un qualunque genere letterario, in un qualsiasi romanzo. Il minimo comune denominatore è solo la forza, emotiva e fisica, che spesso noi donne dimentichiamo di avere e che, in giornate come queste, è giusto ricordare.

Hunger Games” di Suzanne Collins. Katniss è una donna “con le palle sotto”. Ha la forza di andare contro ad un sistema che vede come soli vincitori i ricchi, che sono ricchi con lo sfruttamento dei poveri. Katniss è una ragazzina, ha sedici anni, ma questo non le impedisce di sfidare chi sta ai vertici e far valere la sua vita, insieme a quella di un popolo intero, che è trattato come lei.

Resta con me” di Tami Oldham Ashcraft. Tami, che è anche la protagonista, ha scritto un libro autobiografico. Difatti Tami è una donna strabiliante che, negli anni ’80 è sopravvissuta per quarantuno giorni dispersa nell’Oceano Pacifico, prima di essere avvistata. Tami si sente sola, un po’ pazza con le allucinazioni, ma sopravvive, riesce a dirigere la nave senza vele ne motore, verso le isole delle Hawaii, con le poche conoscenze di navigazione che ha.

La treccia” di Laetitia Colombani. E’ la storia non di una, ma di tre donne strabilianti. Tutte e tre lottano contro qualcosa di diverso, ma a loro modo molto simile. Tutte e tre combattono contro qualcosa di più grande di loro, si fanno spazio nel mondo con la loro unica forza morale ed emotiva, contando solo su se stesse per poter cambiare la loro vita.

La donna di ghiaccio” di Robert Bryndza. E’ un thriller che ha come protagonista una detective donna alle prese con i suoi disturbi post lutto. Difatti Erika, in un’incursione, ha perso suo marito, anch’esso poliziotto, ma questo non le proibisce di continuare a lottare contro il crimine, anche per contro del suo amore ormai perduto.

Alaska” e “Hanover House“, il suo seguito, di Brenda Novak. Evelyn Talbot è una donna che in età adolescenziale ha subito delle torture indicibili. E’ stata stuprata, violentata e picchiata ed è sopravvissuta per pura fortuna, dopo aver visto le sue migliori amiche morire della stessa sorte. Evelyn combatte per tutta la vita contro uomini come quello che l’ha torturata perché, invece che nascondersi, è ben decisa ad impedire che quello che ha passato possa succedere ad altre donne.

Divergent” di Veronica Roth. Tris è una ragazza di sedici anni, molto giovane, che come Katniss di Hunger Games, sfida il sistema ingiusto che condiziona le persone da moltissimi anni. La forza e la determinazione di Tris aiuterà migliaia di persone e migliorerà le loro vite.

Vox” di Christina Dalcher. Qui siamo in un mondo dove le donne sono obbligate dal sistema a fare le casalinghe, a non avere propri conti in banca, a non avere qualcosa che sia solo loro. Sono obbligate ad essere degli oggetti dei propri uomini, non possono neanche parlare, se non per 100 misere parole al giorno, contate da un bracciale fisso al loro polso che da scosse molto forti se si supera il limite. La protagonista, per sè stessa, per sua figlia e per tutte le donne come lei, troverà il modo di combattere questa ingiustizia e riconquistare i diritti per ogni donna.

 

Storie molto diverse fra di loro, come potete notare, ma la forza e la determinazione della donna è sempre protagonista di questi libri. Queste donne hanno avuto la forza di dire basta, di farsi rispettare, di riprendersi i propri diritti perché nessuno può limitare le nostre vite e lo hanno fatto non solo per loro stesse, ma anche per tutte le altre donne che, come loro, vivevano in quella condizione. Noi donne siamo forti, esattamente come gli uomini, solo che spesso ce ne dimentichiamo e non abbiamo il coraggio di farci valere. Queste giornate servono a questo, non per ricordarcelo, ma per cercare di darci la forza che gli altri 364 giorni dell’anno forse dimentichiamo. Non è una giornata a cambiarci la vita, ma è da una giornata che possiamo iniziare a farla cambiare. Forza donne.

Cosa leggere durante l’inverno??

Settembre. Settembre come Capodanno è tempo di bilanci, di buoni propositi e di buone speranze. Ho iniziato questo anno promettendomi di aprire il mio sito, di leggere tanto e di dedicare molto tempo a questa mia passione che spesso mi sono ritrovata a dover accantonare a causa della vita frenetica di una qualsiasi persona adulta fatta di routine e noia.
Per ora sono abbastanza soddisfatta del mio operato e dei libri che sono riuscita a leggere fino ad adesso. Quindi, in tempo di propositi, ho deciso di fare questo articolo dove vi mostrerò tutti, o quasi, i prossimi libri che ho intenzione di leggere nei mesi successivi e, di conseguenza, del quale troverete le relative recensioni. Dico quasi perché magari se ne aggiungeranno o toglieranno alcuni, in base alle preferenze del momento o se trovo qualcosa che mi interessa moltissimo.
Questi libri, inoltre, sono anche i miei ultimissimi acquisti del quale vado molto fiera. Sono frutto un po’ dei consigli letti in giro, ma anche e soprattutto dei miei viaggi in libreria a leggere trame, guardare copertine, totalmente assorbita dalla quiete e silenzio del luogo.
Quindi iniziamo questa carrellata di libri che non sono pochi!

  • Resta con me – Tami Oldham Ashcraft con Susea McGearhart
    Uscito anche al cinema alla fine di Agosto, non ho resistito a prendere anche il libro. Il film mi ha
    lasciato senza fiato totalmente e mi aspetto lo stesso dal romanzo! Il fatto che sia stata proprio la protagonista della vicenda a scrivere il romanzo è una cosa che mi fa impazzire. Inoltre in un’intervista ha dichiarato di essere stata molto fedele alla reale vicenda, di non aver romanzato troppo la storia, quindi non vedo l’ora di leggerlo, è pane per i miei denti, che amo alla follia questo genere! In breve: Tami è una ragazza giovane che ha lasciato tutto per godersi il mondo e viaggiare, sull’isola di Tahiti incontra Richard, un uomo più grande di lei del quale si innamora alla follia fin dal primo momento e con cui decide di condividere il suo viaggio e, successivamente, la sua vita. Mentre stanno facendo un viaggio da Tahiti alla California vengono colti da una violenta tempesta che manda il tilt tutte le attrezzature e farà in modo che il mondo perda le loro tracce. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • La treccia – Laetitia Colombani
    Ne ho sentito molto parlare di questo libro, sui social e su vari siti online. Così quando l’ho visto in offerta in libreria mi sono decisa finalmente a prenderlo. Mi sembra una storia di coraggio, di forza e tanto ottimismo e tutto al femminile, un’insieme che mi manda in brodo di giuggiole. Impossibile non dedicarmi a questa lettura. In breve: Smita, Giulia e Sarah sono tre donne appartenenti a luoghi e ceti sociali diversi. Non le accomuna nulla se non un’insieme di eventi che renderà le loro vite molto simili ed avranno momenti in cui necessiteranno di coraggio e molta forza. Così i loro destini si intrecceranno, traendo forza l’una dall’altra, e cambierà per sempre la loro esistenza. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.

 

  • Central Park – Guillaume Musso
    L’ho visto svariate volte, in varie mie tappe in libreria. Come mi capita spesso, dopo un po’ di volte che vedo un libro inizia ad incuriosirmi, lo cerco, vedo la trama e ci rimugino su, se ho davvero bisogno di un altro libro (la risposta è sempre sì). Così, alla centesima volta che l’ho visto sulla scaffale della libreria, l’ho sentito che mi chiamava e non sono più riuscita a dire di no, quindi eccolo finalmente mio. In breve: Gabriel ed Alice alle otto del mattino si ritrovano ammanettati tra di loro ad una panchina di Central Park. Non ricordano nulla di come sono finiti lì, non si conoscono e la sera prima erano in posti nettamente differenti. La camicia di Alice è macchiata di sangue. Cos’è successo? Gabriel e Alice dovranno per forza agire insieme per scoprire cosa è successo a loro e come sono arrivati lì. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • Nessuno sa di noi – Simona Sparaco
    Attirata dalla copertina e dalle offerte in libreria, mi sono imbattuta in questo libro. Mi rendo conto che spesso non apprezzo abbastanza gli autori italiani, quindi mi sono lasciata subito convincere all’acquisto di questo romanzo. Un po’ d’amore all’italiana, no? In breve: Luce e Pietro si recano in ambulatorio per fare le ultime ecografie della gravidanza. Sembra andare tutto bene finché la ginecologa con un volto strano comunica loro che c’è qualcosa che non va. Il loro mondo si lacera totalmente. Una storia di scelte difficili, di fatiche e brutte situazioni in cerca di una gravidanza che non arriva. Un viaggio nelle emozioni più vere e forti. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • La casa sul fiume – Lena Manta
    Perché l’ho preso? Dopo aver letto Infinito come il mare mi sono innamorata di Lena Manta, devo assolutamente leggere qualcos’altro di suo, ne sento il bisogno. Il primo che ho letto mi ha emozionata moltissimo, mi ha fatto sognare e viaggiare per tutta l’isola di Corfù, come se fossi davvero lì. Impossibile resistere a leggere altro di suo, sperando che sia tutto all’altezza delle mie aspettative, ma sono sicura che sia così! In breve: Teodora guarda le sue cinque figlie e pensa solamente che per loro vuole il meglio dal futuro. Un futuro coraggioso e libero dalle convenzioni che ci sono nel luogo dove vivono. Così senza paura, una volta grandi le sue figlie spiccano il volo lontano da casa. Purtroppo non sempre le aspettative vengono esaudite e nessuna delle sue figlie si trova nella condizione che lei voleva per loro. Ma le ragazze sanno che c’è un posto dove potranno andare sempre e dove saranno sempre al sicuro e protette: la loro casa sul fiume. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • Un’estate magica – Corina Bomann
    Beh, vogliamo tenerci un po’ di aria estiva anche nell’autunno e nell’inverno che stanno per arrivare? Ecco, io ho deciso di farlo tramite questo romanzo. E’ il primo di Corina Bomann che leggo, ma ne ho sentito parlare molto bene e, da ciò che ho letto, sembra molto nel genere che piace a me, quindi ho colto l’occasione per iniziare! In breve: Wiebke è in un periodo della vita dove nulla va bene. Per risanarsi decide di andare a trovare sua zia Larissa nella sua casa in campagna. Da sempre Wiebke vede sua zia come un’eroina: è single, bella, indipendente, creativa. Quello che non sa è che Larissa dodici anni prima ha perso l’amore della sua vita e da quel momento si è rifugiata nella sua casetta isolata. Dal canto suo, Clarissa sa che sua nipote le porterà una bella ventata d’aria fresca nella vita, tanto da creare molto scompiglio nella sua vita, cosa al quale non è abituata e dal quale verrà messa a dura prova. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • Phobia – Wulf Dorn
    Quanto tempo che non leggo Dorn! Davvero troppo! Cogliendo l’offerta su IBS mi sono sentita subito in dovere di rimediare. E’ tra i miei autori preferiti di thriller psicologici, fin’ora non mi ha mai delusa e confido che non lo faccia neanche in questo caso. Considero Dorn, in un certo senso, una garanzia sotto questo punto di vista. In breve: Sarah è sola in casa con il suo bambino quando sente rientrare suo marito. Strano, doveva stare via qualche giorno per lavoro. Tuttavia in casa non si ritrova suo marito, ma uno sconosciuto. Questo sconosciuto però è vestito come il marito, ha la sua valigia e conosce particolari della loro vita che solo lui può conoscere. Così inizia il suo incubo e si affiderà al suo amico d’infanzia, psicologo, che conosce molto bene gli abissi dell’animo umano. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • L’uomo di Marte – Andy Weir
    Dopo aver miseramente fallito la lettura di “Artemis”, sempre di Andy Weir, mi sono buttata a prendere questo libro e a dare un’altra occasione a questo genere che di norma non mi fa impazzire. Tuttavia il film mi è piaciuto moltissimo e ho letto in giro che il libro è molto meglio, che ha molti più dettagli interessanti, quindi dovevo per forza provarci di nuovo. In breve: Mark Watney è uno dei primi astronauti a mettere piede su Marte. Una tempesta improvvisa mentre stanno studiando il luogo quasi lo uccide ed i suoi colleghi credendolo morto partono senza di lui per tornare sulla Terra. Così Mark si ritrova su un pianeta del tutto inospitale, senza alcuna possibilità di contattare la base e, anche se fosse, i viveri non gli basterebbero per sopravvivere fino all’arrivo dei soccorsi. Una storia di ingegno, ottimismo e grande spirito di sopravvivenza in un pianeta molto diverso dal nostro. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • Il primo caffè del mattino – Diego Galdino
    Ormai da troppo tempo desideravo leggere un suo libro, il “Nicholas Sparks italiano” lo chiamano e, considerando il mio amore folle per Sparks, non potevo desiderare altro che avere un suo libro. Finalmente ne ho avuto l’occasione e spero preso di tuffarmi in questa lettura, piano piano li leggerò tutti! In breve: Massimo ha poco più di trent’anni e non si è mai innamorato seriamente finché un giorno, nel suo bar, entra questa ragazza straniera che cattura la sua attenzione e dal quale lui rimane molto colpita. Tuttavia non riesce a farsi capire in nessun modo, così la ragazza ad un certo punto esce spazientita. Presto comunque tornerà perché ha un segreto inconfessabile che la lega al bar di Massimo, così lui avrà modo di corteggiarla nel modo in cui sa fare meglio. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.
  • L’ultimo caffè della sera – Diego Galdino
    Beh, che ve lo dico a fare. E’ il seguito de “Il primo caffè del mattino“, quindi era inevitabile che prendessi anche questo. Insomma, non si lasciano le cose incomplete, specialmente se si tratta di libri.. giusto? Tuttavia la trama di questo non la scrivo, neanche in breve, perché in parte ha degli spoiler sul primo, dico solo che il protagonista è sempre  ed il suo fantastico bar a Roma. Per la trama completa o acquistare libro o ebook cliccate qui.

 

La carrellata di libri, per ora finisce qua. Questo è il mio proposito per i prossimi mesi e spero di riuscire a leggerli tutti nel più breve tempo possibile, non vedo l’ora di scoprire tutte queste trame! Man mano che finirò di leggerli aggiungerò la recensione del libro in questo articolo.
E i vostri propositi quali sono? Avete più o meno libri? E questi che vi ho citato sopra vi piacciono, ne avete già letto qualcuno?