Glee

Finalmente è disponibile nel catalogo Netflix, tutte le stagioni della serie televisiva “Glee“!! Lo so, molti di voi pensano che sia un telefilm stupido, ma arriva fino alla fine di questo articolo e magari ti farò cambiare idea oppure ti offrirò semplicemente un nuovo spunto di riflessione a riguardo.


Glee è una serie televisiva musicale, dedicata principalmente ad un pubblico adolescenziale, prodotta da Fox, andata in onda dal 2009 al 2015, per un totale di sei stagioni.
E’ un telefilm musicale perché, oltre ad avere una storyline tutta sua, ha come contorno un sottofondo da vero e proprio musical. Questo gli è permesso perché, oltre ad avere dei bravi attori, ha degli ottimi performer sia di canto che di ballo. Insomma, un vero e proprio musical a puntate!! La sua principale caratteristica è che gli episodi venivano girati di volta in volta, non tutti insieme e questo permetteva di trattare tematica sempre attuali insieme alle canzoni hit del momento, oltre a fare veri e propri tributi a intramontabili star come Madonna, Britney Spears, i Beatles e molti altri!

Lo show è incentrato sul Glee Club di un liceo pubblica dell’Ohio. Un professore decide di riportare alle vecchie glorie questo club ormai dimenticata e perennemente denigrato perché cose da perdenti. Nel corso delle stagioni i ragazzi competeranno con molti problemi, toccando molte problematiche adolescenziali e tutto il mondo dei teenager, in toni simpatici e mai pesanti. Alcuni fra questi temi affrontati sono quelli del bullismo e delle tematiche LGBT.

“Glee” è fra le mie serie TV preferite in assoluto, non posso negarlo. Se non vi piace il genere del musical ovviamente non posso darvi la certezza che lo amerete, ma quello che lo aiuta ad essere un po’ diverso dai soliti, è che hanno spesso cantato canzoni molto conosciute o canzoni molto famose nel periodo in cui quell’episodio veniva registrato.
Molti sentono “Glee” e lo collegano ad una cavolata. Ovviamente è un telefilm per adolescenti, non può trattare determinate cose in un modo troppo serio, perderebbe gran parte del suo messaggio se così fosse. Tramite avvenimenti buffi ed inverosimili, cercano di trasmettere ai teenager messaggi importanti come la prevenzione dalle malattie sessualmente trasmissibili, sul bullismo, sulle gravidanze indesiderate, sul sesso in generale, sull’accettazione di sé stessi e molto, moltissimo altro. Insomma, non proprio proprio caramelle. Rende piacevole ad un teenager una cosa così “pesante”, il tutto contornato da un gradevolissimo sottofondo musicale. Per me è davvero tutto al punto giusto, è sempre simpatico e bello rivederlo, quanto è sempre brutto finirlo!
Durante l’estate fra la quarta e la quinta stagione è morto il protagonista maschile Cory Monteith, fidanzato anche nella realtà con Lea Michele, la protagonista femminile. Inutile dire che la serie tv ne ha risentito davvero moltissimo. Per questa motivazione si presenta una quinta stagione molto sottotono, con episodi del tutto sconclusionati ed insensati, atti solo a “mandare avanti la baracca”. Purtroppo un avvenimento di questo tipo ha fatto perdere decisamente la bussola della storia, tuttavia, con la sesta e ultima stagione, cercano di concludere nel migliore dei modi una storia che era fatta per essere conclusa in un modo totalmente diverso.
Secondo me questa missione è stata alla fine conclusa nel migliore dei modi, date le difficoltà della sparizione di un membro così importante del cast. Riescono a mantenere infine una storia coerente e pratica, anche se forzata, per forza di cose.
In conclusione mi sento di consigliare a tutti questa serie TV, a dargli una possibilità e a guardarla come la vedo io. Difficilmente non ne sarete soddisfatti, lasciando da parte i soliti pregiudizi verso telefilm di questo tipo.